Remunerazione capitale investito

Logo atac acquedotto e depurazione std

 

 

 

 

RESTITUZIONE COMPONENTE TARIFFARIA DELLA REMUNERAZIONE DEL CAPITALE INVESTITO

Il D.p.r. 116/11, proclamativo dell’esito del referendum popolare svoltosi in data 12 e 13 giugno 2011 (secondo quesito), ha parzialmente abrogato l’art. 154, comma 1, del d.lgs. 152/06 nella parte in cui includeva, tra i criteri per la determinazione della tariffa del servizio idrico integrato, l’“adeguatezza della remunerazione del capitale investito”.

Con delibera AEEGSI n. 585/2012/R/IDR è stato approvato il Metodo Tariffario Transitorio (MTT), con il quale si sono quantificate le componenti di costo riconosciute in tariffa per il biennio 2012-2013; le tariffe a partire dall’anno 2012 sono state quantificate senza considerare la remunerazione del capitale investito abrogata dal referendum.

Con Delibera n. 163/2014/R/IDR del 03/04/2014, l’Autorità per l’Energia Elettrica, il Gas ed il Servizio Idrico (AEEGSI) ha concluso il procedimento di verifica sui dati forniti dall’Autorità d’Ambito e contemporaneamente ha autorizzato i gestori a procedere al rimborso agli utenti della quota dovuta. La restituzione, i cui criteri sono già stati individuati dall’AATO 3 Marche Centro con Delibera n. 19/2013, avverrà con la fatturazione del trimestre Mar-Apr-Giu emessa nel mese di luglio 2014.

La restituzione sarà automatica in bolletta per le utenze ancora attive, mentre per le utenze che nel frattempo sono cessate, occorre inoltrare apposita istanza utilizzando il modulo messo a disposizione dall’ATAC CIVITANOVA SPA.

Al modulo di richiesta deve essere allegato la copia di un documento di identità valido; nel caso in cui l’intestatario dell’utenza chiusa sia defunto, occorre integrare la domanda con la autodichiarazione sostitutiva di atto di notorietà degli eredi (allegare anche le copie dei documenti di identità degli eredi).

Modulo richiesta rimborso Remunerazione Capitale Investito
Elenco utenti cessati aventi diritto al rimborso